BIOGRAFIA

Franco Fonzo è nato nel 1952 a Treviso, dove vive e lavora, ha frequentato gli studi artistici a Venezia, prima al Liceo Artistico (con Armando Pizzinato e Francesco Messina), poi presso l’Istituto Universitario di Architettura. Ha seguito la scuola del nudo all’Accademia di Belle Arti di Venezia e, successivamente, ha approfondito le tecniche dell’incisione presso il Centro Internazionale della Grafica. Ha saputo unire al disegno e alla pittura, come forme di lettura dello spazio, l’elaborazione di compenetrazione del vuoto-spaziale con la materia-forma. In altre parole: tempo e spazio, forma e disegno, tecnica e conoscenza, sono tutti ingredienti che Fonzo introduce nelle sue opere. La scultura di Fonzo è pura materia per allontanare qualsiasi ipotesi di forma come assenza ma il soggetto è ancora il corpo femminile carico di tutti i passaggi che l’umanità ha percorso in millenni di storia. Corpo vagamente antropomorfo che assorbe, pur con diversi materiali e tecniche esecutive come alabastro di Volterra e alabastro bianco, legno di pioppo, terracotta policroma, bronzo, pietra di Vicenza, legno di tiglio, polvere di marmo e cemento, tutto ciò che dall’infinito, senza leggi di gravità, si coagula in particelle di materia che potrebbero diventare le dune del deserto del Namib o del Kalahari, o il profilo topografico dei canyon americani. Le sculture di Franco Fonzo riportano in superficie i ricordi di terra e fuoco, polvere e rocce scavate da millenni di erosione, dove l’acqua è sostituita da filamenti di luce e da piani-luce, da bagliori di riflessi che si fondono e amalgamano con lo spazio dopo che l’immaginazione di quest’artista le ha proiettate dall’infinito remoto fino a noi, per ricordarci e non dimenticare la nostra comune origine dalla dea madre terra. Nel 1988 l’artista promuove la nascita della Galleria Web Art, della quale è il direttore artistico. Dal 2005 è il direttore artistico della Fiera d’Arte Moderna e Contemporanea “ARTE IN FIERA DOLOMITI”, presso l’Ente Fiere di Longarone (BL). Dal 1972 è presente, con mostre personali, nel panorama artistico italiano ed estero, tra queste si segnalano: nel 1991 la personale a Parigi alla camera di Commercio italiana; nel 1991 e 1993 a MIXART Casa dei Carraresi della Fondazione Cassamarca di Treviso; nel 1994 e 1996 a Weiz (Austria); nel 1995 Roma (Parco dei Principi); nel 2000 a Heidelberg (Germania); nel 2005 al Museo d’Arte Moderna di Shanghai (Cina); nel 2006 all’Ambasciata italiana a Pechino; nel 2012 a Ca’ da Noal a Treviso e a Shanghai (Cina). Sue opere sono in collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero